IL PAGELLONE - Eccellenza e Promozione: top 11 e analisi squadre - I AM CALCIO BIELLA

IL PAGELLONE - Eccellenza e Promozione: top 11 e analisi squadre

Briola Marco, doppietta per il Vigliano
Briola Marco, doppietta per il Vigliano
BiellaEccellenza

ECCELLENZA

LA BIELLESE 5,5

Termina con l’amaro in bocca il 2019 de La Biellese, sconfitta di misura nel match di Romentino. Ottimo l’approccio alla gara dei bianconeri che, pur rimaneggiati dalle numerose assenze e con una formazione fortemente modificata rispetto alle ultime uscite, trova la rete del vantaggio sull’asse Giunta – Mercandino, con quest’ultimo bravissimo nel coordinarsi e girare in rete l’assistenza del compagno. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere e Colombo riporta la situazione in parità a metà della prima frazione. Ad inizio ripresa un pasticcio in disimpegno regala un calcio di rigore alla Ro.Ce. con conseguente espulsione di Nicoletta: dal dischetto, replica il bomber novarese, portando a 13 i propri centri in stagione. La squadra di mister Peritore non si abbatte e nonostante l’inferiorità numerica, non disdegna di farsi vedere in avanti, con Mancuso che non riesce a trovare la prima rete in maglia biellese fermato da un fallo dubbio e dal palo interno. L’anno dei lanieri finisce esattamente a metà classifica, ma con la consapevolezza di avere mezzi e possibilità per risalire la china e giocare una seconda parte di stagione da protagonisti.

I migliori: Boari, Mercandino 

FULGOR RONCO VALDENGO 5

Non riesce il colpo esterno alla Fulgor Ronco Valdengo che, con una rosa fortemente ridimensionata dal mercato in uscita, cade per 3 reti a 1 nella trasferta di Rivoli. In quello che può essere considerato uno scontro diretto, i biancoazzurri non riescono a portare via punti contro un’avversaria sulla carta abbordabile, chiudendo così il proprio 2019 all’ultimo posto in classifica, a 6 punti, misura non impossibile, dalla salvezza. L’approccio alla gara è però quello giusto: Davide Maiello impensierisce in due occasioni la retroguardia dei padroni di casa senza però riuscire a sbloccare la contesa. Ne approfittano i torinesi per portarsi doppiamente in vantaggio, con la rete di Cellamaro che consente ai suoi di chiudere il primo tempo ad una con un solo goal di scarto. Nella ripresa è il Rivoli a partire meglio, trovando immediatamente il colpo del ko, che annichilisce i tentativi di recupero di Montari e compagni. Un aiuto potrebbe arrivare in quest’ultima settimana di mercato, nella quale mister Mellano è fortemente alla ricerca di elementi che possano rinforzare e portare esperienza ad una squadra che sebbene le difficoltà e la situazione in classifica, non ha intenzione di darsi per vinta e nel 2020 cercherà di rilanciarsi.

I migliori: Cellamaro, Apollo

La classifica in Eccellenza dopo 14 giornate

PROMOZIONE

VIGLIANO 8

Una cosa era stata chiesta da mister Davide Ariezzo alla vigilia del match di Vogogna: non commettere errori per portare a casa tre punti e lavorare in serenità nella pausa natalizia. Detto fatto, i suoi uomini lo hanno accontentato. In casa degli ultimi in classifica, i giallorossi firmano una prova di carattere condita da tre reti. Si può dire che non poteva desiderare esordio migliore il neo acquisto Briola, a segno nella prima apparizione con una doppietta. Con la prima rete porta in vantaggio la propria squadra già al 12’, quando la punta ex Sparta Novara spinge in porta un tap-in. La pressione di viglianesi cresce sempre di più e si dimostra efficace, perché Virga raddoppia concretizzando un corner. Nella ripresa, al contrario di quanto ci si possa aspettare, il Vogogna non riesce a creare problemi alla formazione biellese, che conducono e controllano la partita senza alcuna pressione. Addirittura al 65’ Briola fa doppietta personale e cala il tris, concretizzando un contropiede gestito perfettamente. A tempo scaduto arriva l’unico vero e proprio sussulto dei padroni di casa, che segnano il goal della bandiera con Fernandez. Un’altra vittoria che ribadisce la buonissima stagione disputata dai viglianesi sino a questa quattordicesima giornata. Solo due punti separano la squadra dalla vetta della classifica. I tifosi sono autorizzati a sognare.

I migliori: Dossena, Briola, Coppo

CITTÁ DI COSSATO 6

Risultato severo per il Città di Cossato, che nonostante la sconfitta si merita una sufficienza. Partiti con lo sfavore del pronostico, i blues steccano in casa sotto i colpi dell’Omegna: la partita finisce con il risultato di 3-1 per gli omegnesi, che non hanno comunque passeggiato all’Ezio Abate di Cossato. I padroni di casa riescono a blindare per più di metà partita la porta difesa da Cairola, che sino alla prima rete subita resta pressoché inattivo, e creare qualche occasione pericolosa, soprattutto con un Romussi ritrovato. Al 26’ della ripresa passano però in vantaggio gli ospiti con Usei, appena entrato sul terreno di gioco. Passano due minuti ed ecco il pareggio immediato del Città di Cossato, firmato Rizzato, molto abile nell’inserirsi al momento giusto e battere l’estremo difensore avversario Martoli. I ritmi del match si alzano improvvisamente e allo scoccare della mezz’ora della seconda frazione Hado sigla la rete del nuovo vantaggio, in sospetto fuorigioco. Costretti a scoprirsi per agguantare il pareggio, i blues concedono spazi agli avversari, i quali approfittano della situazione e calano il tris con Elca, che dopo due assist realizza anche la marcatura personale. Dopo questa penultima giornata del girone d’andata, i cossatesi occupano la decima posizione e si trovano esattamente a metà strada tra zona rossa e posizioni utili per i play-off.

I migliori: Rizzato, Marteddu, Romussi

La classifica in Promozione dopo 14 giornate

La top 11 della giornata (3-4-3)

Boari (La Biellese); Cellamaro (Fulgor Ronco Valdengo), Virga (Vigliano), Cremonte (La Biellese); Dossena (Vigliano), Rizzato (Città di Cossato), Apollo (Fulgor Ronco Valdengo), Coppo (Vigliano); Briola (Vigliano), Romussi (Città di Cossato),  Mercandino (La Biellese). All. Ariezzo (Vigliano)

Emanuele Colombo