IL PAGELLONE - Eccellenza e Promozione - top 11 e analisi squadre - I AM CALCIO BIELLA

IL PAGELLONE - Eccellenza e Promozione - top 11 e analisi squadre

Giordano, autore del gol-partita
Giordano, autore del gol-partita
BiellaEccellenza

ECCELLENZA

LA BIELLESE 5

Una buona Biellese va vicino a portare via punti nella trasferta di Baveno, scivolando solo nel finale a causa di una disattenzione difensiva, che manda su tutte le furie mister Peritore. I bianconeri, come nella gara di Coppa contro la Fulgor, disputano una buona prima parte di gara, avvicinandosi spesso alla porta dei padroni di casa, senza però riuscire a trovare la via del goal. Buono il tentativo di Gila, parato dall'estremo difensore, più lontani le conclusioni di Bianocni e Bocca. Nella seconda frazione di gara la formazione laniera scende di tono e, sebbene abbia la prima palla goal della ripresa, sono i padroni di casa a trovare il vantaggio, grazie alla marcatura di Cerutti, che devia in porta un calcio di punizione dalla zona della bandierina. La reazione della Biellese c'è ed è affidata al solito Cabrini, bravissimo a tenere la posizione dopo un contrasto e a scaraventare in rete la palla che vale il pareggio. Quando tutto sembra scorrere verso la divisione della posta in gioco, uno sciagurato retropassaggio mette Salzano a tu per tu con Bastianelli, che è costretto ad atterrare l'attaccante. Lo stesso bomber ex Cerano si presenta dal dischetto e sigla il vantaggio definitivo a favore del Baveno. La Biellese che, dopo il ritorno del turno di Coppa Italia contro la Fulgor Ronco Valdengo di mercoledì, giocherà al Pozzo proprio contro il Borgovercelli appena affrontato dai cugini biancoazzurri.

I MIGLIORI: Cabrini e Gila.

FULGOR RONCO VALDENGO 4,5

Ritorno in Eccellenza amaro per la Fulgor Ronco Valdengo, reduce dalla sconfitta per 2 reti a 0 nella partita sul campo del Borgovercelli, sebbene la dirigenza bianocazzurra abbia non poco da recriminare alla direzione arbitrale. Gli uomini di mister Mellano approcciano alla gara con lo spirito giusto, sin quando, in una fase ancora di studio delle squadre, l'arbitro estrae per due volte il cartellino giallo nei confronti di Edalili, troppo irruento e colpevole di un pizzico d'inesperienza. Costretti in 10 uomini dal dodicesimo del primo tempo, Montari e compagni provano comunque a restare in partita, graziati anche dal rigore sbagliato da Esposito a metà della prima frazione. La sfortuna non aiuta la Fulgor, che prima della fine del tempo perde anche il giovane Urlati per infortunio. Nella ripresa i padroni spingono con maggior coraggio, trovando il vantaggio sugli sviluppi di un calcio piazzato con Biano. La formazione biellese sembra accusare il colpo senza riuscire a trovare le contromisure per rispondere allo svantaggio. La situazione precipita quando a cavallo del 75', Callemaro viene punito dall'arbitro con il secondo giallo e subito dopo lo stesso direttore di gara mostra il rosso diretto a Spagnolo, entrato da poco. In entrambi i casi, il giudizio arbitrale appare troppo severo. Per il Borgovercelli, in triplice superiorità numerica, il secondo goal è solo questione di attimi, sebbene la difesa sia guidata da un ottimo Piccirilli opponga una buona resistenza. Fulgor che nella prossima gara dovrà affrontare una tra le formazioni più quotate del campionato e dovrà necessariamente reinventarsi, viste le quattro pesanti assenze lasciate in eredità dalla trasferta vercellese.

I MIGLIORI: Piccirilli e Angeli

PROMOZIONE

CITTÀ DI COSSATO 5,5

Non inizia nel migliore dei modi la stagione del Città di Cossato targato Thomas Forzatti. Eccezion fatta per i primi venti minuti, la squadra ha disputato una buona partita, ad alta intensità, punto di partenza su cui concentrarsi per le prossime prestazioni. Purtroppo il goal subito al terzo minuto ha condizionato un po' l'andamento facendo si che i blues buttassero via molti palloni, regalandoli di fatto agli avversari. Sui goal subiti ci sono da registrare due grandi disattenzioni difensive ed un fallo sull'estremo difensore Bruscagin non fischiato che hanno indirizzato la gara in un certo modo. Agli azzurri il merito, e forse il piccolo rimpianto, di non aver portato a casa punti dopo essere quasi riusciti ad agganciare per ben due volte i padroni di casa, grazie alla doppietta di Romussi, che conferma un certo feeling con il goal; seconda rete realizzata dagli undici metri.Città di Cossato che ha subito l'opportunità per riscattarsi tra le mura amiche. Allo Stadio Ezio Abate di Cossato andrà in scena il ritorno di Coppa Italia, che nella gara di andata ha visto imporsi il Cossato per 1-0.

I MIGLIORI: Romussi, Rocco e Adamo.

VIGLIANO 8

Come già preannunciato dal tecnico Ariezzo, non era di certo facile uscire da Novara con i tre punti in tasca per una squadra completamente rinnovata. Si sono comunque visti i limiti di giocatori che devono ancora trovare la giusta armonia in campo, ma una vittoria strappata con il minimo risultato indispensabile, 0-1 al triplice fischio, deve far ben sperare, soprattutto per la solidità difensiva dimostrata, a partire dal bomber di giornata Diego Giordano. Da sottolineare anche la capacità di soffrire nei momenti di difficoltà nel corso della partita. L'impressione lasciata dalla squadra è che ci vorrà ancora del tempo per far funzionare tutto come previsto, ma con la voglia di vincere dimostrata ed il giusto agonismo si può solo pensare in grande. Viste le molteplici occasione create, grazie all'estro ed alla fantasia di Damas, il risultato avrebbe potuto essere più netto al novantesimo.Primi tre punti fondamentali che danno fiducia in vista dell'importante match di ritorno di Coppa Italia contro il Città di Cossato.

I MIGLIORI: Giordano, Damas e Fasso

TOP 11 PRIMA GIORNATA - ECCELLENZA E PROMOZIONE 

4-3-1-2: Fasso (Vigliano); Adamo (Città di Cossato), Piccirilli (Fulgor Ronco Valdengo), Giordano (Vigliano), Bocca (La Biellese); Angeli (Fulgor  Ronco Valdengo), Rocco (Città di Cossato), Gila (La Biellese); Damas (Vigliano), Cabrini (La Biellese), Romussi (Città di Cossato). Allenatore: Davide Ariezzo (Vigliano)

La Redazione