IL PAGELLONE - Eccellenza e Promozione: top 11 e analisi squadre

Umeroski, 8 goal nelle ultime 5 gare
Umeroski, 8 goal nelle ultime 5 gare

ECCELLENZA

La Biellese 8

Piccolo passo in avanti per la truppa del neo mister Peritore, che a Vercelli si rende autrice di una prestazione convincente, che spazza via, almeno per il momento, tutte le polemiche che si sono trascinate in settimana. Vittoria importante e forse insperata, giunta su un campo difficile e grazie ad una prova collettiva di carattere. Al termine di una partita combattuta, il goal che rompe gli equilibri giunge solo a metà secondo tempo, con Virga più abile di tutti nel controllare il traversone di Cabrini e insaccare alle spalle del portiere. Da aggiungere alle note liete il rientro di Canessa dopo il lungo stop, pedina in più nello scacchiere a disposizione del neo tecnico. E’ una vittoria che garantisce tranquillità ai bianconeri che, forti di un vantaggio di 9 lunghezze sulla zona playout, possono concentrare le energie sulla rincorsa al quinto posto, il primo utile per gli spareggi promozione, ora distanti 3 punti.

PROMOZIONE

Ceversama 9

Grandissimo colpo esterno del Ceversama che batte in rimonta la Juventus Domo, compiendo un importante passo in avanti verso la corsa alla salvezza diretta. Ancora una volta i gialloblù si distinguono per la capacità di non mollare al primo ostacolo e, dopo essere passati in svantaggio, sfoderano una prestazione quadrata e ribaltano il risultato, siglando tre reti contro una formazione costruita per raggiungere obiettivi prestigiosi. Umeroski è Re Mida, e trasforma in oro tutte le occasioni disponibili, ma è da sottolineare la prestazione di tutto il collettivo di mister Pellerei, che mette alle spalle le due sconfitte consecutive, mietendo un'altra vittima illustre. Al vantaggio dei padroni di casa, ha risposto il solito bomber macedone con una doppietta, con Spagnolo che, appena entrato, segna la rete che chiude i giochi. La classifica ora è piuttosto corta e la lotta per uscire dai playout è più accesa che mai, ma il Cever vuole dimostrare di meritarsi la salvezza diretta.

Fulgor Ronco Valdengo 6,5

Finisce con un pareggio per 0 a 0 il big match di giornata. In una bella cornice di pubblico le prime della classe hanno dato vita ad un incontro piuttosto avaro di emozioni con le due squadre che hanno combattuto a centrocampo senza però concedere nulla a vicenda. A brillare sono state le difese, brave nello spegnere sul nascere le iniziative avversarie e nel contenere i pericoli. Un punto a testa che mantiene i novaresi al comando e la squadra di Modenese a stretto contatto, con il discorso promozione diretto che sarà tutto da decidere nelle gare a venire, contando che il pari del Piedimulera lascia le distanze delle inseguitrici invariate. Il sogno della Fulgor resta quindi vivo e serviranno la stessa solidità e la stessa compattezza dimostrate finora, in ognuna delle otto gare rimanenti, a partire dalla prossima sfida, da non sottovalutare, contro il La Chivasso.

Città di Cossato 5

Doveva essere la partita della conferma, invece a fare festa a Cossato è stato il Vogogna, che con il risultato di 0 a 2 si aggiudica il match. Prestazione decisamente sottotono per Giordano e compagni che non riescono a dar seguito alle buone performance delle settimane precedenti, anzi appaiono spesso senza idee e mai in grado di risultare pericolosi. In quella che mister Ariezzo definisce la peggior partita della stagione, i blues subiscono un goal per tempo contro una formazione in lotta per salvarsi, forse frastornati dall’esito negativo del ricorso dell’Oleggio sul caso Giovinazzo, forse limitati dalle pesanti assenze. Attenuanti che avrebbero però dovuto spingere il Città di Cossato a dare sul campo un qualcosa in più, che invece non è arrivato. La classifica resta comunque buona, con le prime che prendono un unico punto di vantaggio ma con l’Omegna, lanciato da tre vittorie consecutive, che si rifà sotto. Servirà una partita diversa nel derby con il Ponderano della prossima settimana, per rilanciarsi e per catalogare la sconfitta del week end come un passaggio a vuoto.

Ponderano 5

Continua la crisi del Ponderano, sconfitto tra le mura amiche dall’Omegna del mister biellese Mellano. Si tratta della quinta gara consecutiva senza punti per i nerostellati, che scendono ancora in classifica, raggiungendo il terzultimo posto. La gara prende una direzione sfavorevole con gli ospiti che trovano il vantaggio dopo 18 minuti, con Friddini e compagni che non riescono a trovare le giuste contromisure per tutto il primo tempo. Nella ripresa sono ancora i lacuali a rendersi pericolosi, siglando il raddoppio e fallendo il tris, con Pitarresi che neutralizza un penalty. Solo nel finale i padroni di casa riescono a scalfire il muro rossonero, trovando con Pellegrino il goal che riapre la sfida e che regala un finale di fuoco, dal quale è però l’Omegna ad uscire vincente. Si prospettano otto finali per il Ponderano che dovrà con tutti i mezzi cercare punti in ogni sfida, prestando attenzione anche alle inseguitrici. Il prossimo match vedrà i nerostellati affrontare il Città di Cossato in un derby tra due formazioni desiderose di riscatto.

La top 11 della giornata (4-3-3)

Pitarresi (Ponderano); Virga (La Biellese), Santacaterina (Fulgor Ronco Valdengo), Teagno (Ceversama), Gallo (Fulgor Ronco Valdengo); Urlati (Ceversama), Rocco (Città di Cossato), Ferrigno (Ponderano); Umeroski (Ceversama), Spagnolo (Ceversama), Curtolo (Ceversama). All. Pellerei (Ceversama)

Federico Tara