IL PAGELLONE - Eccellenza e Promozione: top 11 e analisi squadre

Romussi, doppietta in trasferta
Romussi, doppietta in trasferta

ECCELLENZA

La Biellese 5

Prima sconfitta stagionale dell’era Roano, che interrompe l’imbattibilità che durava da 5 partite consecutive e che risucchia i bianconeri a metà classifica, allontanando per il momento la zona playoff. Al “Pozzo” è il Città di Baveno ad avere la meglio, col punteggio di 2 a 1, al termine di una partita poco spettacolare e povera di spunti. E’ La Biellese a portarsi in vantaggio, sfruttando uno svarione della retroguardia ospite, con un’incomprensione tra due difensori che regala palla a Paladino, che colpisce a colpo sicuro verso la rete. Nemmeno un minuto e i lacustri pareggiano i conti, spegnendo immediatamente l’entusiasmo di Coppo e compagni. Uno sfortunato rimpallo su calcio d’angolo nella ripresa permette al Baveno di segnare il 2 a 1, con i biellesi che non saranno più in grado di trovare la via del goal per i restanti minuti. Mister Roano condanna l’atteggiamento dei suoi, con la squadra che si è adeguata al basso ritmo imposto dal Baveno, non correndo come il suo solito e non riuscendo ad esprimersi nel miglior gioco possibile. Il  riscatto, per restare in scia delle prime della classe, deve necessariamente passare dalla trasferta di Vanchiglia, dove ci si aspetta una Biellese di maggiore spessore.

PROMOZIONE

Fulgor Ronco Valdengo 8

Vittoria in trasferta per la Fulgor Ronco Valdengo, che torna da Bianzè con il bottino pieno e, complice la sconfitta del Cossato, ritrova la prima posizione. La gara è scoppiettante e ricca di occasioni e, al quinto minuto, i biellesi sono già avanti grazie alla rete di Romussi, tornato titolare dopo la panchina della settimana passata. I padroni di casa non ci stanno e alla mezz’ora agguantano il pari, ma ci pensa Torta a riportare avanti prima dell’intervallo. Un fallo di reazione di Rizzato testimonia il nervosismo e la durezza della partita e comporta l’espulsione diretta dello stesso centrocampista agli inizi della seconda frazione, ma, nonostante l’uomo in meno, Romussi sigla il 3 a 1 che chiude i giochi. A nulla serve la rete della bandiera vercellese nei minuti di recupero. La squadra di mister Modenese si erge nuovamente a leader della classifica, a coronamento di una stagione disputata su altissimi livelli.

Ponderano 8

Grandissimo colpo del Ponderano che mette un altro importante mattoncino verso la corsa alla salvezza. Nella trasferta di Novara, gli uomini di D’Ambrogio restituiscono il favore allo Sparta, battendoli a domicilio per 1 a 0, proprio come successo, a parti inverse, all’andata, confermando il proprio buon momento di forma. Dopo una noiosa prima fase di studio, le due squadre si affrontano a viso aperto ma la prima frazione termina a reti inviolate. Sono però i nerostellati a partire meglio nella ripresa e, al quarto minuto, un cross di Motta viene deviato nella propria porta da un difensore novarese, portando gli ospiti in vantaggio. I padroni di casa provano a reagire ma le scorribande si infrangono contro la solida difesa biellese. Tre punti d’oro per Friddini e compagni, che mantengono 3 punti di vantaggio sulla zona playout e che caricano l’ambiente prima del derby contro il Ceversama della prossima settimana.

Città di Cossato 5

Seconda sconfitta consecutiva per il Città di Cossato, che torna dalla trasferta di Piedimulera a mani vuote e con qualche certezza in meno. La debacle in terra ossolana costa il primato alla squadra di mister Ariezzo che, dopo lo straordinario cammino dell’andata ha cominciato il 2019 nel modo peggiore e dovrà cercare di ritrovare la solidità messa in mostra fino a dicembre. Contro una delle squadre più attrezzate del girone il Cossato gioca comunque una buona gara, ricca di occasioni da entrambe le parti sin dai primi minuti. Il vantaggio è dei padroni di casa, abili a sfruttare una discesa dalla sinistra e a battere Loggia con un tiro da centro area, coronando un primo tempo più propositivo rispetto agli ospiti. La ripresa vede i blues partire meglio, con il pari che arriva grazie al rigore guadagnato da Curatolo e trasformato da Ravetto. Le chances si dividono equamente per il resto della partita fino a quando il Piedimulera riesce a imbeccare Tinaglia, che supera il portiere e deposita in rete il definitivo 2 a 1 ossolano. Giordano e compagni avranno l’occasione di ripartire già dalla prossima sfida interna contro lo Sparta Novara.

Ceversama 5

Cade dopo quattro risultati utili il Ceversama e lo fa in una partita delicata, rischiando di vanificare il buon lavoro fatto nelle partite a cavallo tra dicembre e gennaio. La sconfitta maturata in casa contro il Vogogna lascia i gialloblù in terzultima posizione, assieme al Varallo, staccati di 4 lunghezze sui propri concorrenti per la salvezza. La squadra di mister Pellerei non gioca una partita sui livelli espressi nell’ultimo periodo e appare poco ordinata e meno solida rispetto alle ultime uscite. La partita inizia nel peggiore dei modi, con una rimessa laterale errata che regala il contropiede agli ospiti, che sono abili a trasformare in oro la prima occasione utile. Lo svantaggio sveglia il Cever che prova la reazione ma è poco cinico sotto porta e non riesce a concretizzare quanto creato. Le vibranti proteste all’indirizzo dell’arbitro reo di annullare due goal ai gialloblù portano all’espulsione del tecnico di casa e ad una partita nervosa. Ne approfitta il Vogogna che sigla anche il 2 a 0 sfruttando un lancio in profondità che coglie impreparata la retroguardia. A complicare le cose anche l’esplusione all’indirizzo di Lauro, colpevole di un fallo da ultimo uomo, dopo essere scivolato sul terreno non ottimale di Verrone. Ceversama che non deve compiere l’errore di sentirsi arrivata dopo le buone prestazioni dell’ultima parte di stagione e che dovrà risistemare alcuni aspetti già a partire dal derby della settimana prossima in casa del Ponderano.

 

La top 11 della domenica (3-4-3)

Pitarresi (Ponderano); Virga (La Biellese), Celussi (Città di Cossato) Candela (Ponderano); Torta (Fulgor Ronco Valdengo), Ciraulo (Fulgor Ronco Valdengo), Urlati (Ceversama), Testori (La Biellese); Romussi (Fulgor Ronco Valdengo), Giovinazzo (Città di Cossato), Petrillo (Ponderano). All. Modenese (Fulgor Ronco Valdengo)

Federico Tara