Promozione A - Big match a Omegna. Ceversama, vincere per ripartire

Valdengo all'assalto di Omegna
Valdengo all'assalto di Omegna

OMEGNA - FULGOR RONCO VALDENGO

Big match al Liberazione di Omegna tra la Fulgor Ronco Valdengo prima in classifica e l'Omegna, partito coi favori dei pronostici per la vittora finale, ma attualmente quarti a 5 distanze dai biellesi. Mister Modenese conosce l'importanza della partita e riconosce la pericolosità della squadra lacustre a suo dire "costruita per vincere ad abituata ad altri palcoscenici". Il tecnico ex Cavaglià però confida nei mezzi dei suoi: "Se mi avessero detto che a tre giornate dal termine del girone di andata saremmo stati primi e andassimo a giocare ad Omegna con 5 punti di vantaggio, avrei messo la firma. Eppure il campo recita questo. A mio parere loro sono i più forti, ma fino ad ora noi siamo stati i più bravi. Affrontiamo la trasferta con la massima tranquillità e approcceremo il match con il massimo della concentrazione e determinazione". La Fulgor dovrà fare a meno degli infortunati Santacaterina, Esposto e Mazzarotto, conscia però di avere alternative valide per ogni ruolo. Probabile l'utilizzo di Torta a centrocampo, mentre in attacco Marazzato farà coppia con Romussi.

Fulgor Ronco Valdengo (4-4-2) Lanza; Fila Robattino, Ndiaye, Gallo, Gaio; Mercandino, Torta, Ciraulo, Manzano; Romussi, Marazzato.

PONDERANO - BRIGA

È un Ponderano a corto di giocatori quello che si appresta ad affrontare il Briga al Meroni. I nerostellati infatti non potranno convocare entrambi i componenti della coppia difensiva titolare, con Filopandi infortunato e Bigotti che dovrà scontare la squalifica rimediata la settimana scorsa. Motta ha patito un infortunio che lo terrà fuori probabilmente fin dopo la sosta, mentre Mancino e Candela non sono a disposizione. Mister D'Ambrogio probabilmente rischierà Conte, non al massimo della condizione e spera di recuperare Novella. Dal mercato sono arrivati il portiere Baggio e l'attaccante classe 2000 Bonaiti, mentre salutano il Ponderano Sazimanoski ed Emanuele, al quale il tecnico ex Chiavazza augura il meglio.

Ponderano (4-3-3) Pitarresi; Ferron, Conte, Cagnoni, Makroun; Acquadro, Bergo, Ferrigno; Dossena, Friddini, Pellegrino.

CEVERSAMA - SPARTA NOVARA

Il Ceversama vuole invertire la propria rotta e vuole farlo a partire dalla gara interna, disputata sul campo di Cerrione, contro lo Sparta Novara, fresco di terzo posto in campionato. La sessione invernale di mercato ha in parte rivoluzionato la rosa a disposizione di Mister Pellerei, con le partenze di Biolcati, Brunialti, Vedda e Lanza e con gli arrivi di Sazimanoski, Lauro, Teagno e Franguelli, con il 2001 Apollo che passa dalla juniores alla prima squadra. I due difensori dovrebbero trovare subito spazio nel nuovo 3-5-2 preparato dal tecnico in settimana, accompagnati da Martiner. La squalifica di Urlati spinge Calarco tra gli undici titolari, mentre i ballottaggi tra Masserano e Corniati e tra Umeroski e Tara, verranno risolti solamente nella giornata di domani. Non convocabili Piaia, squalificato e Chieppa, infortunato.

Ceversama (3-5-2) Calarco; Bocca, Martiner, Lauro, Teagno, Cocchi; Mattarollo, Corniati, Dondi; Curtolo, Tara.

CITTÀ DI COSSATO - VALDUGGIA

Il Città di Cossato ospita tra le mura amiche il Valduggia, formazione alla ricerca di un posto nella zona play-off, in un match che si preannuncia interessantissimo tra due squadre che fanno del ritmo alto e della tecnica i propri punti di forza. Sarà sfida nella sfida tra l'attuale miglior difesa e tra uno degli attacchi più pericolosi del campionato. Mister Ariezzo non avrà a disposizione Samarotto e Lanza, infortunati, verrà così riproposto Quaglio dopo le buone prestazioni negli ultimi due turni. Blues che vincendo, potrebbero approfittare del match tra Omegna e Fulgor per avvicinare la prima posizione.

Città di Cossato (4-3-1-2) Loggia; Sella, Lanza, Celussi, Ramella; Quaglio, Rocco, Ravetto; Curatolo; Panicucci, Chieppa.

Federico Tara