Fulgor corsara, arrivano da Briga i primi punti per la truppa biellese

Luca Massara, perno difensivo del Briga
Luca Massara, perno difensivo del Briga

La prima giornata del campionato di Promozione mette subito un avversario tosto di fronta al nuovo Briga di Ramazzotti, una Fulgor Valdengo che secondo gli addetti ai lavori potrà recitare la parte della protagonista nel campionato cercando l’obiettivo dei play-off. Per i padroni di casa subito un’assenza pesante: Ramazzotti deve infatti rinunciare a Kouadio, uscito malconcio dalla sfida di Coppa con il Dormelletto e schiera Cataldo prima punta con Pereira e Salvatore ai suoi lati. 4-4-2 per il tecnico ospite Modenese che schiera di punta il classe 2000 Mazzarotto con Romussi a fargli di partner.

Difensore goleador Si comincia a ritmi lenti, la voglia iniziale delle due squadre è sicuramente quella di evitare di subire una rete nelle prime battute. Mancano infatti le palle gol, per vedere un tiro verso la porta bisogna aspettare l'8 quando Gaio direttamente da calcio di punizione mette alto. Passano cinque minuti ed è Pereira, autore di una prova non alla sua altezza, a provare la giocata personale accentrandosi ma calciando la sfera a lato della porta difesa da Lanza. Il molto studio tra le due squadre non favorisce lo spettacolo per il pubblico pagante, al 28' Romussi scappa sull’out destro per mettere al centro un cross preciso sul quale Mazzarotto colpisce di testa con il pallone che finisce fuori. La Fulgor interpreta meglio la partita nella fase centrale del primo tempo e viene premiata alla mezz'ora quando Gallo, rimasto in proiezione offensiva dopo un calcio d’angolo, su cross di Gaio dall’out sinistro trova un perentorio colpo di testa che si tramuta nella rete del vantaggio biellese. Il Briga accusa il colpo del vantaggio avversario e solo al 45' Salvatore riesce a dare la scossa ai suoi creando scompiglio tra le maglie della difesa biellese saltando tre uomini prima che la sua conclusione venga respinta da Lanza.

Assalto vano Ramazzotti cambia quasi subito nella ripresa, inserendo Murabito per lo spento Pereira (4') senza cambiare niente nello scacchiere dei padroni di casa a livello tattico. Il neo entrato si fa subito vedere e in mischia riesce a servire Salvatore che da posizione favorevole mette a lato di poco. La spinta del Briga tuttavia aumenta ma la sensazione è che manchi una punta con caratteristiche diverse da Cataldo per far saltare l'attenta struttura difensiva biellese. Al 18' ficcante inserimento in area di Rocca che, servito da un cross teso di Fornara, si imbatte nella parata di un attento Lanza; al 22' Parachini da calcio d'angolo pesca Murabito che di testa colpisce il montante posteriore della porta. Le prova tutte il Briga esaltando il portiere ospite: al minuto 25 capitan Parachini dal vertice dell’area sinistro scarica un destro rasoterra che viene neutralizzato da Lanza. Il forcing disperato dei padroni di casa inasprisce la gara e fioccano le ammonizioni; al 36' tocca a Moretti, sempre su angolo, non trovare il bersaglio grosso. Ci prova fino in fondo la squadra di Ramazzotti e viene beffata al 48' quando Cataldo segna la rete del pareggio, ma il sig. Marinoni annulla per una sospetta posizione di fuorigioco dell'attaccante di casa. E' l'ultimo atto di una gara che consegna i primi tre punti del campionato ai biellesi, autori di una prestazione da rivedere nella ripresa; meglio i padroni di casa che però dovranno riempire la mancanza di una punta in grado di fare 15 gol durante tutto l'arco della stagione. 

BRIGA-FULGOR RONCO VALDENGO 0-1

Rete: 30' Gallo.

Briga (4-3-3): Baccin, Scarmato, Fornara, Moretti, Massara, Pezzoni (38'st Kartoubi), Parachini, Rocca (34'st Penariol), Cataldo, Salvatore, Pereira (4'st Murabito). A disposizione: Sapescu, Appiah, Finotti, Picozzi, Kouadio, Prelli. All. Ramazzotti.

Fulgor Ronco Valdengo (4-4-2): Lanza, Fila Robattino, Gaio, Ciraulo, Gallo, Santacaterina, Rizzato (25'st Esposto), Torta (30'st Marazzato), Mazzarotto (30'st Manzano), Romussi (48'st Gagna), Mercandino (38'st Ndiaye). A disposizione: Mascarello, Canova, Zia. All. Modenese.

Arbitro: Marinoni di Vercelli.

Note: Ammoniti Fornara, Murabito e Moretti per il Briga, Gaio, Fila Robattino e Torta per il Fulgor Valdengo. Presenti 100 spettatori circa.

Gianni Foralosso

Leggi altre notizie:BRIGA FULGOR RONCO VALDENGO