La Cervo, mister Maggio ai saluti. Le parole sue e del DS Lopez

Mister Daniele Maggio
Mister Daniele Maggio

Dopo quattro anni insieme (due da giocatore, uno da vice allenatore di Milani e l'ultimo da allenatore vero e proprio) le strade di Daniele Maggio e del La Cervo si sono separate in modo consensuale. Una stagione, l'ultima, chiusa al nono posto per mister Maggio nella sua primissima avventura da allenatore.

A comunicare il cambio nella panchina biancoblu è stato il Direttore Sportivo Christian Lopez, che si è espresso così ai nostri microfoni: "Voglio ringraziare, a nome mio e di tutta la società, compreso il Presidente Simone Compagnone, Daniele Maggio, ragazzo serio e competente, con cui abbiamo condiviso gli ultimi quattro anni, prima da nostro giocatore, poi da vice allenatore e, nell'ultima stagione, da mister. Gli ottimi rapporti con la società, la sua bravura e disponibilità gli hanno permesso di guadagnarsi la nostra fiducia per affidargli la panchina la scorsa estate. D'accordo con lui, abbiamo deciso di lasciarci, in quanto per la prossima stagione cercheremo un allenatore con più esperienza, ma siamo certi che la passione di mister Maggio, unita alla voglia di fare bene, aumenteranno il suo curriculum da allenatore. Tra qualche giorno potremmo ufficializzare il nuovo allenatore, stiamo avendo diversi colloqui e dovremmo chiudere tra breve per poter poi programmare la stagione. Io farò un passo indietro, per motivi personali molto probabilmente potrei cedere il ruolo di Direttore Sportivo, o comunque verrò affiancato da un'altra persona che mi aiuterà."

Anche mister Daniele Maggio ha voluto dire la sua sulla fine di questa prima avventura da allenatore: "Abbiamo iniziato un nuovo ciclo senza particolari obiettivi, volevamo costruire un gruppo forte e coeso in vista della stagione successiva. Sono amico con il Direttore Lopez e il Presidente Compagnone, in totale trasparenza abbiamo valutato che per il bene del La Cervo ci voleva una scossa. La stagione è stata difficile, loro hanno scelto così, non abbiamo trovato un punto di equilibrio e andare avanti era improduttivo. Io ho voglia di continuare ad allenare, è quello che mi piace fare e ho ambizioni sotto tutti i punti di vista. Ci tengo a sottolineare che c'è un legame importante con questa società, li ringrazio per l'opportunità che mi hanno dato con grande entusiasmo, mi hanno dato fiducia a scatola chiusa, gli faccio un grosso in bocca al lupo sperando che ottengano risultati sportivi positivi. Mi auguro di ritrovarli, magari da avversario, chissà. Spero di avere presto delle nuove opportunità, voglio dimostrare il mio valore anche in altre società. Ma La Cervo mi rimarrà sempre nel cuore."

Luca Bottura