Fusè e spirito di squadra, la Crevolese supera così il Ponderano

Compattezza Crevolese
Compattezza Crevolese

La Crevolese stupisce ancora e continua a cullare il sogno Promozione grazie alla vittoria per 0 a 1 contro il Ponderano. Una gara in cui la squadra di Occhetti ha dominato prima di restare in dieci uomini, per poi dimostrare di saper soffrire cercando di fare male in contropiede. I nerostellati, di conseguenza, hanno faticato nella prima parte di primo tempo anche a causa della sosta di tre settimane senza partite vere per poi crescere con il passare dei minuti creando qualche buona occasione da rete, anche se in alcune occasioni è mancata un pizzico di lucidità. A fine gara diverse le proteste dei biellesi nei confronti del direttore di gara per alcuni episodi dubbi in area di rigore non sanzionati con la massima punizione.

Fusè gol decisivo Partono subito forte gli ospiti che al 12' passano in vantaggio grazie alla grande rasoiata dal limite dell'area di Fusè con il pallone che si insacca nell'angolino più lontano non dando la possibilità a Sazimanoski di intervenire. Nell'azione fondamentale il lavoro di Palfini nel difendere palla e scaricare al suo compagno. Ed è proprio Palfini lo spauracchio numero uno della difesa nerostellata che non riesce a contenerlo, il bomber ossolano ingaggia un duello personale con il portiere Sazimanoski che gli nega la gioia del gol con due autentici miracoli: al 20' mette in angolo la sfera diretta all'angolino dopo una grande girata dell'attaccante, mentre è al 26' quando con un colpo di reni il numero uno nerostellato dice ancora no tenendo in partita i suoi. A 10' dal termine del primo tempo cambia l'inerzia della partita con l'espulsione per fallo da ultimo uomo di Ferraris dopo che Taddio, in uscita dall'area di rigore, si era fatto rubare palla da Ferrigno. Al 37' il Ponderano trova il gol del pareggio con Rizzo dopo aver raccolto la corta respinta del portiere, ma l'arbitro annulla fischiando fuorigioco all'attaccante di casa. Decisione molto dubbia in quanto al momento del tiro di Friddini, Rizzo, sembrava essere in posizione regolare. Al 40' nuova occasione per Rizzo, che anche questa volta non può esultare, ma a strozzargli l'urlo in gola è il palo interno della porta difesa da Taddio. Si chiude così il primo tempo con la squadra di D'Ambrogio vicina al pareggio. 

Cartellino rosso Episodio decisivo quello che succede all'11'st con Ferrigno che rimedia il secondo giallo facendo così tornare la parità numerica tra le due squadre in campo. I padroni di casa si riversano comunque in avanti, ma sono gli ospiti ad avere le palle gol per chiudere la gara. Al 22'st Palfini fa il fenomeno saltando mezza difesa nerostellata, ma una volta davanti a Sazimanoski sbaglia completamente mira calciando a lato, tradito dalla stanchezza dopo aver portato palla per tutta la trequarti avversaria. Poco dopo Fusè si accentra bene, ma Sazimanoski con i piedi respinge, mentre al 33'st compie un vero e proprio miracolo deviando con la punta delle dita il rasoterra di Nagini che era diretto all'angolino basso. Corsi questi pericoli il Ponderano si riversa tutto in avanti, non riuscendo però a creare grandi pericoli alla retroguardia ospite fino al 45'st quando la punizione di Friddini sfugge dalle mani di Taddio andandosi ad infrangere sulla traversa, sul pallone vacante ci arriva per primo Alberto che da dentro l'area piccola, con un colpo di testa, lo indirizza verso la porta ma il numero uno ossolano si riscatta immediatamente respingendo con grandi riflessi. Ci prova poi ancora Cagnoni a calciare verso la porta, ma il muro dei difensori più il portiere ospite impedisce al pallone di rotolare in rete. Dopo 5' di recupero il direttore di gara fischia tre volte con la Crevolese che può esultare per l'approdo in finale, mentre il Ponderano esce dalla corsa verso la Promozione.

PONDERANO - CREVOLESE 0 - 1

Reti: 12' Fusè (C).

Ponderano (3-4-1-2): Sazimanoski; Alberto, Rosso (15'st Lovati), Cagnoni; Filopandi, Ferrigno, M. Pellegrino (9'st Dani), Gilardino (26'st Novella); Montonera; Rizzo, Friddini. A disposizione: Guzzone, Giavarra, A. Pellegrino, Scardoni. All. D'Ambrogio.

Crevolese (4-3-3): Taddio; D. Piffero, Comoli (26'st Tabaa), Ferraris, Passaro; Dora (40'st Baiardi), Brega, Niccioli (1'st Rolando); Fusè (28'st Nagini), Palfini, M. Piffero. A disposizione: Casarotti, Marino, Abbame. All. Ochetti.

Note: recupero 1'+5'. Giornata estiva, terreno in ottime condizioni. Ammoniti Ferrigno, Friddini, Filopandi, Dani, Lovati per il Ponderano; Comoli e Piffero per la Crevolese. Espulsi Ferraris (C) al 36' per fallo da ultimo uomo; Ferrigno (P) per doppia ammonizione. La gara si è giocata sul neutro dell' Armando Picchi di Verrone.

Andrea Marini

Leggi altre notizie:PONDERANO CREVALCORE CREVOLESE