Altalena di emozioni al "Pozzo" tra La Biellese e Juventus Domo

L'ingresso delle formazioni
L'ingresso delle formazioni
- 51713 letture

Termina 3-3 la bellissima sfida andata in scena al "Vittorio Pozzo" tra La Biellese e la Juventus Domo. Ai bianconeri, visto il doppio vantaggio accumulato all'intervallo, resta del rammarico in quanto la ripresa poteva essere gestita meglio difendendo il risultato che avrebbe consegnato così tre punti alla compagine di mister Roano, ma è anche vero che la Juventus Domo conta su un potenziale offensivo da categoria superiore. La capolista continua il suo momento di crisi, con la vittoria che manca da sei giornate, e a Biella è stata salvata dalle giocate dei suoi giocatori migliori. Ora il Borgaro si è portato a tre punti di distacco, realtà impensabile ad inizio marzo quando i punti che separavano ossolani e torinesi erano ben quindici. La Biellese, con questo pari, dice praticamente addio alla possibilità di accedere ai playoff.

I due schieramenti Mister Roano schiera i suoi con un 4-3-3 e sceglie il '99 Biolcati tra i pali per sostituire lo squalificato Goio, preferendolo al secondo portiere Perugia. Davanti a lui la linea difensiva, da destra a sinistra, è composta da Bonato, Giordano, Bullano e Bustreo; a centrocampo Botto Poala funge da perno davanti la difesa con Corio e Vanoli ai suoi lati, in avanti a supporto della prima punta Marazzato troviamo Dossena a destra e Coppo a sinistra. Brando, tecnico degli ossolani, sceglie un 4-2-3-1 offensivo con Bastianelli in porta, linea a quattro composta da Laratta, Fusco, Pioletti e Manfroni; Incontri e Alliata fungono da collante tra la difesa e il reparto offensivo che vede Poi, Leto Colombo e Todisco a supporto dell'unica punta Elca.

La Biellese perfetta: cinica e compatta L'avvio di gara è subito promettente con la contesa che inizia ad alta intensità. Dopo la bella parata di Biolcati sulla punizione calciata da Poi (3'), i padroni di casa si portano in vantaggio all'8' con la galoppata di Dossena che, partito dalla linea di centrocampo, brucia in velocità i difensori ospiti e conclude verso la porta da dentro l'area di rigore: Bastianelli può solo sfiorare la sfera che lentamente rotola in rete. Il centrocampo bianconero aggredisce e non lascia giocare i due mediani ospiti con la squadra di Brando che non riesce a costruire occasioni fino al 26', quando Poi di prima intenzione serve in profondità Elca che crossa sul secondo palo per Todisco, ma il suo colpo di testa da dentro l'area piccola è impreciso e termina a lato. Dalla rimessa dal fondo, Biolcati gioca corto a Bonato che galoppa sulla fascia destra guadagnando metri ed arrivato sulla trequarti avversaria fa partire un cross verso l'area di rigore; la sfera dopo una deviazione arriva a Coppo appostato sul secondo palo il quale si coordina splendidamente e con un tiro al volo in diagonale non lascia scampo all'estremo difensore ospite portando così la propria squadra sul 2-0. La Juve Domo è frastornata e solo al 37' va nuovamente alla conclusione con Elca, ma il numero uno bianconero para ancora con la prima frazione di gioco che termina così senza altri particolari sussulti.

Remuntada ossolana Il secondo tempo si apre con l'ingresso in campo di Hado per Laratta con Todisco che scala in difesa, mossa di Brando per aumentare ancor di più il potenziale offensivo. Capitan Pioletti e compagni partono subito forte mettendo alle corde La Biellese ed al 12' ottengono un corner dopo la parata di Biolcati su tiro da fuori di Incontri; dal calcio d'angolo la Juve Domo conquista un calcio di rigore per atterramento di Manfroni che si era incuneato in area dopo aver raccolto la respinta della difesa di casa, sul dischetto si presenta il capocannoniere Poi che con estrema freddezza spiazza Biolcati incrociando la conclusione e accorciando così le distanze. Dopo appena 2' gli ospiti vanno vicinissimi al gol del pari con Hado che di prima intenzione al limite dell'area piccola calcia violentemente in porta, ma il giovane Biolcati è davvero strepitoso parando con il piede e salvando così il risultato. Al 19' l'estremo difensore di casa è ancora chiamato agli straordinari ipnotizzando Poi presentatosi uno contro uno davanti a lui grazie al millimetrico lancio dal cerchio di centrocampo di Incontri. E' un dominio della Juve Domo ed al 29' arriva il gol del pareggio: Guerra, mandato nella mischia da Brando, si invola sulla fascia destra e serve Hado a centro area con il bomber albanese che riceve spalle alla porta, si gira facendosi perno sul corpo di Giordano e da pochi passi calcia sotto il montante superiore senza lasciare scampo a Biolcati. La Biellese non ci sta a subire la beffa e mister Roano manda in campo il '97 Canton al posto di Dossena. Al 35' la sostituzione si rivela azzeccata con il neo entrato che prende palla sulla fascia destra, si accentra saltando il diretto avversario e imbuca per Vanoli che davanti a Bastianelli non sbaglia calciando di precisione e mettendo la sfera a fil di palo per il nuovo vantaggio bianconero. Dal susseguente calcio di inizio la Juve Domo gioca in avanti e conquista una punizione centrale lontana circa 30 metri dalla porta avversaria, se ne incarica ancora Riccardo Poi che disegna una traiettoria imprendibile per Biolcati infilando la sfera sotto il sette e ristabilendo così immediatamente la parità. La partita in questo secondo tempo non ha lasciato davvero respiro agli spettatori ed al 39' i padroni di casa sfiorano il quarto gol con Latta che in tuffo non riesce ad indirizzare nello specchio della porta il traversone servitogli con il contagiri da Coppo. La contesa si fa nervosa con diverse interruzioni che non consentono lo sviluppo di altre azioni da gol e dopo 6' di recupero la gara termina sul risultato di 3-3. Da segnalare l'infortunio muscolare occorso al centrocampista Incontri negli ultimi minuti di gioco, un'altra tegola per Brando e la Juve Domo sperando non si tratti di nulla di grave.

LA BIELLESE-JUVENTUS DOMO 3-3

Reti: 8' Dossena (B), 27' Coppo (B), 14'st rig. Poi (J), 29'st Hado (J), 35'st Vanoli (B), 36'st Poi (J).

La Biellese (4-3-3): Biolcati; Bonato, Giordano, Bullano (20'st Ramella), Bustreo; Corio, Botto Poala, Vanoli; Dossena (31'st Canton), Marazzato (17'st Latta Jack), Coppo. A disposizione: Perugia, Gusu, Samarotto, Artiglia. Allenatore: Andrea Roano.

Juventus Domo (4-2-3-1): Bastianelli; Laratta (1'st Hado), Fusco, Pioletti, Manfroni; Incontri (45'st Piazza), Alliata; Todisco, Leto Colombo, Poi; Elca (17'st Guerra). A disposizione: Fovanna, Piazza, Moia, Cattaneo. Allenatore: Lucio Brando.

Arbitro: Lazar di Ivrea.

Note: spettatori 150 circa, terreno in perfette condizioni. Calci d'angolo 1-5. Fuorigioco 1-9. Espulso al 46'st Botto Poala (L) per somma di ammonizioni. Ammoniti Corio, Botto Poala, Giordano, Dossena e Marazzato per La Biellese, Leto Colombo e Incontri per la Juventus Domo.

Andrea Marini