Prima B - Tutto è ancora da decidere: ecco l'analisi e le interviste

La Biogliese è chiamata all'impresa
La Biogliese è chiamata all'impresa

Mancano solamente 90' al termine della stagione 2017/2018 di Prima Categoria e, tutti i verdetti, sono ancora da decidere. Soltanto due situazioni sono certe: la Valle Cervo Andorno è matematicamente salva e il Piemonte Sport è retrocesso in Seconda Categoria. 

LOTTA PER IL TITOLO

Città di Cossato 63 punti, Ponderano 60. Nell'ultima giornata di campionato la capolista affronterà tra le mura amiche l'arrembante Romagnano che si sta giocando a viso aperto l'ingresso ai playoff. Alla squadra di mister Ariezzo basterà solamente un punto per avere l'aritmetica certezza del passaggio in Promozione. Dall'altra parte invece, il Ponderano, deve vincere contro la Biogliese ValMos e sperare in una vittoria dei sesiani contro il Città di Cossato per potersi poi giocare l'accesso in Promozione nello spareggio con i 'blues' su campo neutro. Se il Ponderano non dovesse fare bottino pieno nel derby, è condannato a disputare i playoff.

BAGARRE PLAYOFF

Situazione molto delicata che vede, appunto, il Ponderano secondo, Chiavazzese terza con 52 punti, con 43 punti il Romagnano, a 41 punti il Gattinara e appaiati con 40 punti troviamo Biogliese ValMos, Pro Palazzolo e Vigliano. Alla 30^ giornata ci sarà il derby laniero Ponderano-Biogliese ValMos in cui i biogliesi devono senza ombra di dubbio conquistare una vittoria per poter partecipare alla post season, sperando in un passo falso del Gattinara e del Romagnano. In caso di segno 'X' contro gli stellati, la Biogliese ValMos direbbe addio al discorso playoff ma permetterebbe alla Chiavazzese e ad una tra Romagnano, Gattinara o Pro Palazzolo di prendere parte alla fase finale andando a sfidare i blucremisi. Esiste però una remota ipotesi che, se il Gattinara uscisse sconfitto dal campo di Serravalle, il Romagnano, la Biogliese ValMos, il Vigliano e la Pro Palazzolo si ritrovino al termine della 30^ giornata appaiate a quota 43 punti. Cosa accadrebbe in questo caso per la classifica avulsa? La spunterebbe la Pro Palazzolo e sarebbe classificata come quarta. Se Romagnano, Vigliano e Biogliese ValMos terminano il loro campionato a 43 punti, il Romagnano figurerebbe come quarta. Una terza ipotesi potrebbe crearsi se Romagnano, Vigliano e Pro Palazzolo arrivano a quota 43, la spunterebbe sempre il Romagnano aggiudicandosi la quarta piazza. Infine, se Romagnano, Pro Palazzolo e Biogliese ValMos terminano tutte e tre a 43, la Pro Palazzolo vincerebbe su tutti conquistando il quarto posto. Il Vigliano, con ogni combinazione possibile, non potrà più sperare in un posto playoff in quanto gli scontri diretti con il Romagnano sono a sfavore dei giallorossi. In ogni caso, con qualunque risultato, il Ponderano salterebbe comunque la prima fase playoff.

LOTTA SALVEZZA

Lotta playout decisamente intricata, con ancora nessun verdetto matematico. La Serravallese in caso di vittoria contro il Gattinara manterrebbe 11 punti di vantaggio sulla penultima piazza, di fatto salvandosi senza passare dallo spareggio. In caso di non vittoria potrebbe, invece, ritrovarsi a giocare la salvezza contro una tra Virtus Vercelli, obbligata a ottenere tre punti, o Livorno Ferraris, che dovrebbe perdere col Gaglianico e contemporaneamente essere sorpassata dai virtussini vincenti. I biellesi in caso di risultato positivo a Livorno manterrebbero il fattore campo, sfidando una delle due vercellesi.

Per l'occasione abbiamo intervistato i protagonisti delle squadre in lotta per il titolo, playoff e playout; in cui hanno espresso la loro valutazione riguardo il discorso playoff e playout e hanno analizzato la preparazione della loro squadra per l'ultima giornata di campionato.

MASSIMILIANO BRACCO (Presidente Città di Cossato): “Non esprimo nulla riguardo la lotta playoff e al titolo perché sto pensando solamente alla gara di domenica. La squadra si sta preparando al delicato match come sempre, concentrati e consapevoli che nessuno regala mai nulla.

ANTONIO D'AMBROGIO (Allenatore Ponderano): “È difficile credere in un passo falso del Cossato, nelle ultime 13 partite ne ha vinte 12 e pareggiata una. Ma, come abbiamo visto nel campionato di Serie D nel duello tra Gozzano e Como, all'ultima giornata può succedere di tutto, quindi noi faremo di tutto per vincere e sperare in una giornata storta del Cossato. In ogni caso, dirò ai miei ragazzi che, per non avere rimpianti, dovremo giocare al 100% e vincere, che è l'unica cosa che conta per davvero domenica. Incontreremo la Biogliese, un'ottima squadra allenata da un grande allenatore come Inglesi; all'andata abbiamo vinto ma faticando tantissimo, quindi sappiamo che sarà una partita difficilissima, ma le nostre motivazioni dovranno prevalere sulle loro. Noi e il Cossato meriteremmo entrambe di vincere per il campionato straordinario che stiamo facendo e visto il divario in classifica con le altre formazioni; vincendo domenica, salteremmo comunque i primi due turni di playoff, e sarebbe un fattore fondamentale in quanto ci permetterebbe di recuperare giocatori importanti, come ad esempio Paolo Alberto e Andrea Pellegrino, nelle settimane di riposo prima di disputare i playoff.

LUCA ROSSETTO (Presidente Chiavazzese): “Per quanto riguarda la sfida playoff posso dire che abbiamo una speranza ed un timore: la speranza è quella che sia una partita vera, il timore è che possa non esserlo. Ora, come Chiavazzese, guarderemo la partita di domenica e faremo il tifo per la Biogliese ValMos per ovvie ragioni.

OMAR PAPA (Attaccante Romagnano): “Io credo che le motivazioni nel calcio facciamo sempre la differenza e, in questo momento, il Ponderano ha più motivazioni della Biogliese ValMos; oltre ad aver fatto un girone di ritorno migliore rispetto a quello che ha fatto la Biogliese. Secondo me, dunque, i playoff non si faranno. Per quanto riguarda noi, da quando la squadra ha raggiunto la matematica salvezza si sta allenando con una serenità maggiore e quindi di conseguenza andremo a Cossato a fare la nostra partita e sicuramente non regaleremo niente a nessuno giocando la nostra partita per cercare di vincerla. Se ci riusciremo saremo ben contenti, altrimenti “amen”. L’obiettivo di partenza della salvezza lo abbiamo ampiamente raggiunto ed ad oggi essere al quarto posto in classifica credo che nessuno ci avrebbe mai pensato.

CRISTIAN ZAMMARIELLO (Attaccante Gattinara): “Sicuramente la partita tra Ponderano e Biogliese ValMos è la più importante siccome deciderà tutto per quanto riguarda i playoff. Oltre a noi e altre squadre, c'è anche la Chiavazzese che rimarrà in attesa di questo risultato. Sinceramente vedo leggermente favorito il Ponderano, ma si sa, queste sfide sono particolari e tutto può accadere. Noi nel frattempo stiamo preparando l'ultima di campionato contro la Serravallese allenandoci e affronteremo questa partita come abbiamo fatto per tutte le altre sfide. D'altronde da noi non dipende più nulla; arriviamo da un periodo non bellissimo, pieno di infortuni e squalifiche. A livello numerico siamo contati già da un po' di giornate ma cercheremo comunque di dare tutto per portare a casa la vittoria.

NORBERTO INGLESI (Allenatore Biogliese ValMos): “Sarà una partita difficile per tutte e due le squadre (Ponderano e Biogliese ValMos, ndr) e come ogni derby che si rispetti sarà aperto a qualsiasi risultato. La preparazione della settimana sarà uguale e come sempre molto accurata. Mercoledì farò i conti con gli squalificati che saranno Zuccone e Bolzonella. È sicuro il rientro di Spagnolo che è senza dubbio l’uomo più in forma del momento. In infermeria avrò Salgarella, Finà e Quaregna con Montonera da valutare con il contagocce.

DOMENICO GUARINO (Direttore Sportivo Vigliano): “Credo che al 95% i playoff non ci saranno dato che, se vince il Ponderano, non si fanno. Non voglio parlar male della Biogliese ValMos ma, un po’ come il Vigliano ultimamente, i risultati per i biancorossi sono un po’ sfavorevoli. Quindi, sulla carta e secondo me, quest’anno niente playoff. Per quanto riguarda noi, invece, domenica saremo ancora a ranghi ridotti per via delle squalifiche di Pareschi e Marra che si sono aggiunti a Banino e Rega; quindi è probabile che ci siano diversi ragazzi della Juniores che potranno partire titolari oppure essere convocati.

GIOVANNI PIZZO (Direttore Sportivo Gaglianico): "Sicuramente non stiamo passando un bel momento, la squadra rispetto ad un mese fa non sembra più la stessa. Dopo il pareggio di Gattinara (dove il Gaglianico si è fatto rimontare tre gol negli ultimi 10 minuti, ndr), non siamo più riusciti a fare punti, e questo preoccupa visto che lo scorso anno, al contrario, abbiamo chiuso in crescendo per poi salvarci nei playout. In ogni caso conosco la forza di questo gruppo, sono certo che i ragazzi ce la metteranno tutta per uscire da questa situazione, a partire dalla gara di domenica contro il Livorno Ferraris, dove cercheremo di fare risultato per poter giocare in casa il playout. Ho fiducia nel mister e nei ragazzi, che hanno sempre dimostrato di avere quel qualcosa in più per poter uscire da momenti di difficoltà come questo."

Classifica Prima Categoria girone B con i match dell'ultima giornata

La Redazione