Calciomercato LIVE

AUDIO - Biellese, Braghin si sfoga: "Così non si va da nessuna parte!"

Maurizio Braghin, allenatore Biellese
Maurizio Braghin, allenatore Biellese

Non usa mezzi termini il tecnico della Biellese Maurizio Braghin verso l'ambiente bianconero. Le motivazioni dello sfogo dell'ex allenatore della Pro Vercelli variano dall'assenza dei raccattapalle a bordo campo ai soli 17 giocatori a disposizione per la sfida contro il Pavarolo, gara valevole per il campionato di Eccellenza, a causa dei numerosi infortuni che stanno colpendo la rosa laniera, per ultimo quello occorso al giovane Spatrisano durante il riscaldamento pre partita. 

"Così non si va da nessuna parte, si resta sempre come gli ultimi dieci anni!" Questa la frase conclusiva del breve post gara di Braghin, poche parole dirette che fanno male all'intero ambiente calcistico biellese, ma che sono piene di verità e che rispecchiano la realtà di questi anni di un intero ambiente pallonaro di una provincia con circa 45 mila abitanti, che ha la squadra rappresentante della città solamente in Eccellenza, mentre a pochi chilometri le squadre di Vercelli e Novara sono in pianta stabile in Serie B.

Uno sfogo pieno di amarezza quello di "Ciccio" Braghin, ma che può anche essere esportato al di fuori del mondo biellese di come tanti giovani (perchè crediamo che ancora qualcuno ci sia) abbiano perso la vera passione per il gioco del calcio. Una volta se eri nelle squadre giovanili cercavi di metterti in mostra il più possibile per ricevere anche solo una convocazione per un allenamento con la Prima Squadra e ci saresti andato di corsa anche se con poche ore di preavviso; se eri un ragazzino della Scuola Calcio non vedevi l'ora arrivasse la domenica per andare a fare il raccattapalle e per osservare da vicino il calcio dei grandi, cercando di far propri movimenti di gioco dei giocatori della Prima Squadra, come magari durante la settimana ti aveva consigliato di fare il tuo mister. 

Il calcio in Italia continua a navigare nel suo periodo più buio. In questo caso si parla di dilettantismo, ma i Dilettanti sono una grande fetta del movimento calcistico Nazionale e, forse, per tornare ai livelli che ci competono bisognerebbe partire dalle piccole realtà per ritornare ad essere protagonisti a livello mondiale nello sport più praticato sulla Terra.

Le parole di Braghin stanno già facendo il giro dell'Italia intera con il biellese Alessandro Alciato, giornalista Sky Sport, che ha condiviso via Twitter il file audio dei colleghi dell'Eco Di Biella con lo sfogo del tecnico, così come il giornalista Rai Ivan Zazzaroni. Di seguito l'audio con le parole di Maurizio Braghin.

Andrea Marini