La Biellese - Il bilancio di fine andata

Biellese, migliorarsi nel 2018 si può
Biellese, migliorarsi nel 2018 si può

LA BIELLESE 6,5

Andata sufficiente per la Biellese anche se ad inizio stagione ci si poteva aspettare un rendimento migliore di quello attuale. La quarta posizione in classifica con 28 punti consentirebbe attualmente di accedere ai playoff (obiettivo stagionale) anche se, vedendo le altre compagini, terminare al primo posto in classifica non è impresa ardua visto il valore dei giocatori bianconeri. In confronto alla passata stagione al termine del girone di andata i lanieri facevano registrare 29 punti, uno in più di quelli attuali, occupando però la sesta posizione in graduatoria segno di come il campionato di questa annata sia maggiormente livellato e senza squadre nettamente superiori come lo erano Juve Domo e Borgaro. Grande miglioramento in casa Biellese è stato fatto sotto l’aspetto difensivo con ben dieci gol subiti in meno rispetto al girone d’andata del campionato 16/17, per quanto riguarda i gol realizzati il dato è stato migliorato di una marcatura in più. Il cambio di allenatore da Roano a Braghin ha portato sicuramente maggiore equilibrio e compattezza con la squadra che ha iniziato a subire meno gol e dando continuità di risultati positivi (3 vittorie, 4 pareggi, 1 sconfitta), ma forse non è arrivato quel cambio di marcia che si aspettava con capitan Vanoli e compagni che hanno ottenuto 12 punti sotto la gestione Roano e 13 con la gestione Braghin, con i due tecnici che hanno guidato la squadra dalla panchina per lo stesso numero di gare, otto. I tre punti ottenuti con l’Aygreville arrivarono nella settimana post esonero con Opezzo in panchina e senza ancora un sostituto ufficiale. Il rendimento casalingo, anche se per due gare non si è giocato al “Pozzo”, è abbastanza deludente con il solo 50% dei punti a disposizione conquistati, un dato da migliorare in vista del girone di ritorno come saranno assolutamente da migliorare i risultati con le squadre di bassa classifica in cui, anche in questa stagione, i lanieri hanno lasciato per strada dai 6 agli 8 punti che avrebbero consentito una posizione migliore e mettendo così maggiore pressione alle altre compagini. Per il girone di ritorno sarà importante partire subito con una serie di vittorie, per arrivare poi al mese di Marzo (decisivo?) con un distacco minimo dalle altre squadre per giocarsi qualcosa di davvero importante in quanto il campionato è ancora aperto ad ogni soluzione.

Tra i giocatori in maggior risalto c’è sicuramente Andrea Jack Latta che con i suoi 8 gol è l’attuale capocannoniere della squadra grazie alla sua solita partenza sprint nei primi mesi della stagione, ma ora non trova la via del gol dal 1 Novembre. La pausa natalizia dovrà servigli per ricaricare le pile e tornare ad avere quella voglia di essere decisivo per la sua squadra in quanto la Biellese ha bisogno dei suoi gol. Un altro giocatore che ad inizio stagione è partito subito con l’accelleratore schiacciato è Edoardo Artiglia, l’attaccante classe ‘99 ha dimostrato ancora una volta di avere grandi qualità e vista la giovane età è normale avere qualche passaggio a vuoto. Dovrà tornare a lavorare duramente per riconquistarsi una maglia da titolare (persa nelle ultime 2 gare) ed esplodere così definitivamente per deliziare i tifosi con i suoi colpi, è ancora impressa nella mente di tutti la tripletta al Lucento. A centrocampo il migliore è stato sicuramente Michael Corio, quasi sempre titolare sia con Roano che con Braghin si è dimostrato essenziale per l’equilibrio della formazione bianconera. In difesa ottimo il rendimento di Martino Cremonte che si conferma ai suoi livelli dopo il brutto infortunio della passata stagione, sempre attento in fase difensiva e pronto a spingere sulla fascia per accompagnare la fase offensiva della squadra. Se trasformerà le sue pericolose incursioni in area avversaria con 2-3 gol nel girone di ritorno potrà davvero far fare il salto alla sua squadra. Sempre nella linea difensiva Davide Cristino si è dimostrato un ottimo acquisto con prestazioni positive da centrale, ma anche da terzino destro. Quando impiegato sulla fascia ha trovato due volte la via del gol. Alberto Canton è stato il giocatore che forse ha beneficiato di più del cambio allenatore, sfornando grandi prestazioni quando chiamato in causa. Un’ottima carta anche a gara in corso per Braghin vista la duttilità del giocatore.

Dal calciomercato invernale il ds Mortarino ha portato alla corte di Braghin il giovanissimo Lorenzo Spatrisano, classe ‘00 che va ad allungare le alternative per coprire il ruolo da under per l’annata ‘99 viste le poche risorse con i soli Artiglia e il lungodegente Samarotto come soluzioni. Il secondo acquisto è stato sempre dal Borgosesia e risponde al nome di Gabriele Testori, centrocampista offensivo che ha già fatto vedere parte del suo valore con due gol nelle tre partite in maglia bianconera. Il classe ‘98 promette bene e difficilmente lascierà la maglia da titolare conquistata. Sul finire della sessione il colpo tanto atteso è arrivato con Gabriele Coppo che ritorna dopo pochi mesi ad indossare la maglia bianconera. A Biella lo si conosce bene e si aspettano solo le sue giocate nel girone di ritorno.

Per le statistiche della Biellese clicca qui —> STATISTICHE LA BIELLESE

Per le statistiche sul campionato clicca qui —> STATISTICHE ECCELLENZA 17/18

Andrea Marini